Genti di Pianura Genti di Montagna: Perchè e come allearsi.

base Andreis_2

 

GENTI di PIANURA, GENTI di MONTAGNA:
perché e come allearsi?

Programma

venerdì 11 settembre 2015
ore 17.00/20.00
Centro Visite del Parco Dolomiti Friulane di Andreis

Perché un’alleanza tra pianura e montagna

La maggioranza della gente che vota abita le città e i paesi di pianura: escludendo “solidarietà umana e romantica filantropia”, perché dovrebbe “pensare” a coloro che vivono in montagna? Perché orientare verso loro risorse e progetti? Quali sono gli investimenti che la gente di pianura dovrebbe fare in montagna affinché i benefici ricadano su ambedue, pianura e montagna? E di quali benefici si parla? Che cosa deve mettere di proprio la gente di montagna? Su quale “patto-alleanza” si fonda lo scambio:
a. necessità (prevenzione calamità, disastri)
b. convenienza reciproca (business)
c. imposizione legislativa
Tutte le motivazioni vanno bene: bisogna però esplorarle, dichiararle e sottoscriverle…

Introduce e modera:
Romano Toppan, esperto in progettazione dello sviluppo locale e sostenibile – Università di Verona

Tavola rotonda
(di simulazione definizione del “patto-alleanza”)

 

Voci dal versante della montagna e delle valli:

Annibale Salsa, antropologo, già Presidente CAI Italia, autore de “Il tramonto delle identità tradizionali”

Daniela Larese Filon, Sindaco di Auronzo di Cadore e Presidente della Provincia di Belluno

 

Voci dalla linearità della pianura e del mare:

 Stefania Troiano, ricercatrice Dipartimento Scienze Economiche Statistiche dell’Università di Udine

Marco Camuccio, imprenditore e Presidente giovani imprenditori PN

 

sabato 12 settembre 2015
ore 9.30/12.30
Malga Fara di Andreis (in caso di pioggia Centro Visite del Parco Dolomiti Friulane di Andreis)

Lavorare e intraprendere:

quali lavori e imprese sono particolarmente utili e necessari affinché i benefici ricadano su pianura e montagna? Dove e
come avviarli? Con quali investimenti, tra pubblico e privato? Chi sono i protagonisti di tali iniziative: giovani o adulti, uomini o donne, singoli o gruppi?

Relazione/stimolo:
Michele Dassiè, formatore e Presidente di “Retica s.a.s. – osti iarej”

 

sabato 12 settembre 2015
ore 15.00/18.00
Bocciodromo di Andreis

Abitare e visitare:

a quali condizioni e per quale vantaggio/benessere le genti di pianura sono disponibili a “spendere tempo e denaro” in montagna? Come rendere costante e permanente lo “scambio” tra pianura e montagna? Quali specifiche, tipiche e originali risorse montane, al contrario, dovrebbero essere spese/investite in pianura? Che cosa offre di particolare la pianura alla montagna che questa non possiede? E viceversa?

Relazione/stimolo:
Maurizio Davolio, Presidente Associazione Italiana Turismo Responsabile… (e di comunità)

Esperienze:
Il Progetto Sauris. Testimonianze di Augusto Petris, ViceSindaco di Sauris e Renzo Carniello, ingegnere e architetto paesaggista

 

domenica 13 settembre 2015
ore 9.30/12.30
Casa degli Scout “Ezio Migotto” Bosplans di Andreis

Insegnare e apprendere:

che cosa insegna la montagna alla pianura e viceversa? Chi e come rendere fruibili e scambiabili le risorse educative particolari? Quali sono i destinatari prioritari degli interventi educativo-formativi: ragazzi, giovani, adulti, uomini, donne, indigeni, migranti ? Cittadini, professionisti…? Se è il “villaggio che educa”, di quale “villaggio” si sta parlando?

Relazione/stimolo:
Arduino Salatin, Preside Istituto Universitario IUSVE – Mestre Venezia

Esperienze:
Gianluca Cepollaro, STEP – Scuola del Paesaggio della Provincia Autonoma di Trento
Vanni Treu, Coop Cramars di Tolmezzo

 

SCARICA INVITO