pordenonelegge: Matteo Righetto vince il Premio Speciale Dolomiti UNESCO

All’inizio del 2019 Matteo Righetto ha dato alle stampe l’ultimo romanzo della cosiddetta “Trilogia della Patria”, edita sempre da Mondadori, iniziata nel 2017 con “L’anima della frontiera”, proseguita nel 2018 con “L’ultima patria”, e completata appunto con “La terra promessa”. La sua Trilogia è diventata un caso letterario internazionale con traduzioni in molti Paesi, tra cui Stati Uniti, Gran Bretagna, Canada, Australia, Germania e Olanda.
Vi si narra la storia degli sposi Augusto e Agnese De Boer, a cavallo tra il XIX e il XX secolo, che con i loro figli Jole e Sergio da sempre sono alle prese con la dura vita in mezzo alle montagne e ai boschi selvaggi. Saranno proprio questi ultimi, dopo tante vicissitudini, ad affrontare la più grande delle sfide: lasciare la propria terra per affrontare la traversata verso il Nuovo Mondo.

È proprio per questa trilogia che la Fondazione Dolomiti UNESCO, assieme a pordenonelegge, ha deciso di confere a Matteo Righetto il Premio Speciale Dolomiti UNESCO che viene assegnato nel corso di importanti manifestazioni, che si svolgono nei territori che racchiudono i nove Sistemi dolomitici proclamati dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale: Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento e Udine. Possono riceverlo persone, associazioni, enti pubblici e privati che, con la loro opera, contribuiscono a promuovere i valori che hanno reso possibile il riconoscimento: geologico, paesaggistico, naturalistico e culturale.

Il premio verrà consegnato domenica 22 settembre 2019 alle ore 19.00 presso lo Spazio Ascotrade Parco Galvani, dove Matteo Righetto presenterà la sua ultima opera “Il passo del vento. Sillabario alpino”, scritto assieme a Mauro Corona.